POL012
Giancarlo Sitta

Ipotesi di una scomparsa

Polaroid 12
Marzo 1992
17 x 12 cm
28 pagine
11 euro

Di questo volumetto sono stati ultimati presso la tipolitografia Emmebigrafica duecento esemplari, cinquanta dei quali contengono, fuori testo, un’acquaforte di Gianfranco Goberti, stampata a mano con torchio calcografico su carta Magnani di Pescia.

Nota di Vittorio Sgarbi.

Giancarlo Sitta Von Motta è nato nell’agro ferrarese negli anni Trenta. Ha studiato chimica e lingue prima di partire, spinto da una inclinazione naturale, per la Francia e il Nord Africa, la Germania, il Canada, il mondo australe. Ha pubblicato in Australia saggi sui minerali che vanno dagli opali all’oro, ai diamanti, racconti d’ambiente centrati sulla civiltà aborigena. È tornato a vivere ora, e contento, all’ombra del Ducato Estense, nelle sue terre di origine.

I suoi racconti sono lo specchio di una strana realtà che si estende dal Nord Africa a Marsiglia e alla Provenza, a Ferrara: uno stile asciutto e ricco di immagini e di ricordi, da antico ferrarese che riconosce la stranezza di certi luoghi, la distanza della quotidianità, e la forza della natura con lo stesso distacco e la stessa partecipazione.
Oggi ripete, a chi lo vuole ascoltare, che non potendo più tornare alla Legione per ovvi motivi di età, si sentirebbe ancora attratto dalla triste reclusione dei campi minerari. Afferma con molta convinzione che ha seri problemi a vivere in libertà; la libertà essendo un lusso, non una scelta.

Vittorio Sgarbi

POL012
Gianfranco Goberti

Acquaforte
115 x 165 mm
50 esemplari firmati e numerati da 1/50 a 50/50