POL006
Antonio Prete

Le saracinesche di Harlem

Polaroid 6
Ottobre 1989
17 x 12 cm
21 pagine
11 euro

Di questo volumetto sono stati ultimati presso la Tipografia Artigiana cinquecento esemplari, cento dei quali contengono, fuori testo, una serigrafia di Mauro Staccioli, stampata a mano su carta Magnani di Pescia.

Antonio Prete è nato nel dicembre del 1939 a Copertino, nel Salento. Vive a Milano e a Siena, dove insegna Letteratura comparata. Tra i suoi libri di esegesi: Il pensiero poetante. Saggio su Leopardi (Feltrinelli, 1980; 3ª ed. 1988), Il demone dell’analogia (Feltrinelli, 1986).
Tra gli altri suoi scritti: Chirografie. Variazioni per Mallarmé (Edizioni di barbablù, 1984). Ha tradotto Baudelaire, Gide, Char, Jabès. Dirige la rivista di poesia e teoria Il gallo silvestre.

Le palme, la linea delle dune, il blu che confina col cielo. Oppure gli scorci di una metropoli che per esser dipinta qui, sul ferro ondulato della saracinesca, con le sue architetture d’azzardo e i semafori e i parchi, cancella l’altra città, quella di pietra, di vetro e di danaro, che si distende oltre quest’angolo e che Central Park annuncia e dirada. Gli oggetti chiusi nei negozi affogano nel buio, e il mare dipinto su un’altra saracinesca colora la strada di impossibili fughe. L’altrove è da sempre qui, inchiodato sotto i passi dei ragazzi neri che si inseguono tra gli incroci o scendono severi lungo il fiume di folla di Broadway. I colori scherzano coi passanti, fanno da fondale di teatro per il gruppo di famiglia vestito a festa che passa dinanzi alla chiesa, poi posa per una foto di rappresi pensieri domenicali.

POL006
Mauro Staccioli

Serigrafia
165 x 115 mm
100 esemplari firmati e numerati da 1/100 a 100/100