OSL001

I Magazzini

Artaud

Una tragedia

Opuscoli Sandro Lombardi 1
Giugno 1987
25 x 17 cm
23 pagine
11 euro

Stampato in cinquecento esemplari presso la Tipografia Artigiana.

Interventi e testi di Franco Quadri e Renata Molinari. Nove fotografie di scena di Giuseppe Pino, Piero Marsili, Xandra Gadda, Maurizio Buscarino, Roberto Bastianoni.

Fondato nel 1972 a Firenze con il nome di Carrozzone, il gruppo teatrale di Federico Tiezzi e Sandro Lombardi si è segnalato sin dai suoi esordi come una delle realtà più interessanti e innovative nel panorama italiano ed europeo. Attraverso svariate metamorfosi (Magazzini Criminali, Compagnia Teatrale I Magazzini), la compagine fiorentina ha assunto nel 2001 il nome di Compagnia Lombardi-Tiezzi.

Un agguato incide nel corpo la scissione tra vedere e illudere.

Vedere, annunciare, agire, e «questi abiti che toccano una persona che vede» (Artaud).
Il dialogo dei vedenti: un approccio con la verità.
Una comunicazione che matura la capacità di vedere.
Il questionante è nudo, senza vergogna, senza paura di essere visto, la trasparenza del vetro assicura la reciprocità dell’azione.
L’abito protegge la veggente, è intermediario tra il corpo e la celebrazione.
Con l’atto del vedere l’uomo entra in contatto con la natura degli oggetti, con le loro metamorfosi.
Oggetti quotidiani, in una stanza come tante, quello che è in gioco è la capacità di entrare in contatto con la materia elementare delle cose.
Cercare di vedere, rinunciare all’equivoco.

Renata Molinari

OSL001