FCL010

Ecclesiaste

LETTURA DI ATTILIO LOLINI

fuori collana 10
Novembre 1993
24 x 17 cm
83 pagine
13 euro

Di questo volumetto sono stati ultimati presso la tipolitografia Emmebigrafica cinquecento esemplari, cento dei quali contengono, fuori testo, una acquaforte di Salvo, stampata a mano con torchio calcografico su carta Magnani di Pescia.

Prefazione di Franco Fortini. Nota di Luigi Baldacci. Cinque tavole di Salvo. Pubblicato in collaborazione con la Galleria Massimo Minini, Brescia.

Attilio Lolini (Siena, 1939) ha pubblicato Negativo parziale (1974), Notizie dalla necropoli (1976), Salomé (1979), Libretti d’opera (1984), Riscritture di Larkin (1989), Arie di sortita (1989), il romanzo Morte sospesa (1986) e con Sebastiano Vassalli Belle lettere (1991). Scrive su L’Unità e Il Manifesto.
Per le Edizioni l’Obliquo ha già pubblicato Imitazione (1989) e con Sebastiano Vassalli Marradi (1988).

Salvo è nato in Sicilia nel 1947. Nel ’68 inizia ad esporre col gruppo dell’Arte Povera a Torino.
Si dedica alla pittura dal ’73 affrontandone sempre più direttamente i temi classici: paesaggio, natura morta, figura, scene mitologiche. Ma il soggetto fondamentale è la luce, che Salvo studia nelle variazioni del giorno e della notte, luce naturale ed artificiale, dai lampioni ai flipper, dal neon al vulcano, tendendo sempre più ad una semplificazione delle forme verso una condizione essenziale.

Le violenze
tutte
ho vedute
sotto il sole

le lacrime degli oppressi
non saranno premiate

ma anche gli oppressori
non verranno consolati

Ai morti dico:

felici voi
più felici certo
di coloro che si dicono
vivi

Ma più felice
chi non è stato
chi non sarà

che non ha visto
che non vedrà
il male che l’uomo
compie sotto il sole

FCL010
Salvo

Acquaforte
225 x 160 mm
100 esemplari firmati e numerati da 1/100 a 100/100