POL041
Maurice Blanchot

La follia del giorno

Polaroid 41
Marzo 2005
17 x 12 cm
51 pagine
ISBN 9788888845265
11 euro

Di questo volumetto sono stati ultimati presso la Tipolitografia S. Eustacchio trecento esemplari, cento dei quali contengono, fuori testo, una litografia di Giuseppe Uncini, stampata a mano su cartoncino Tintoretto Fedrigoni.

A cura di Carmine Mangone. Due poesie di Georges Bataille e René Char.

L’opera letteraria di Maurice Blanchot (1907-2003) si pone all’estremo del comunicabile e ha quasi un carattere neutro. Può essere una lettura affascinante, avere delle pretese di logica, introdurre magari una parvenza di narrazione, ma sarà sempre priva di un epilogo, di un perimetro, finanche di una chiara appartenenza ad un genere. Apparirà quindi ogni volta come lo spazio di un attraversamento senza fine, di una scrittura che si colloca in prossimità della morte, vissuta però non come limite - come ciò che non può essere detto -, bensì come un’infinita, oscura riserva di senso da cui riemergere attraverso il dire.

Io non sono né saggio né ignorante. Ho provato gioie. È troppo poco dire: sono vivo, e questa vita mi dà il piacere più grande. La morte, allora? Quando morirò (forse tra breve), conoscerò un piacere immenso. Non parlo del pregustare la morte che è insulso e spesso sgradevole. Il soffrire abbrutisce. La grande verità di cui sono sicuro è invece questa: provo nel vivere un piacere senza limiti e avrò nel morire una soddisfazione senza limiti.

POL041
Giuseppe Uncini

Litografia
300 x 230 mm
100 esemplari firmati e numerati da 1/100 a 100/100