POL018
Jack London

Figli della notte

Polaroid 18
Dicembre 1995
17 x 12 cm
69 pagine
11 euro

Di questo volumetto sono stati ultimati presso la tipografia La Grafica cinquecento esemplari, sessantacinque dei quali contengono, fuori testo, una serigrafia di Adriana Beretta.

A cura di Damiano Abeni e Francesco Binni. Nota di Francesco Binni.

Il più grande racconto scritto da Jack London fu certamente il racconto che scrisse vivendo: figlio illegittimo di una cartomante e di un astrologo itinerante, "bestia da lavoro" in fabbrica, membro di bande giovanili, vagabondo, marinaio, cercatore d’oro, corrispondente di guerra, agricoltore utopico, rivoluzionario.
Nei quarant’anni che visse (1876-1916), London si avvicinò più di ogni altro scrittore americano precedente o susseguente al perfetto eroe leggendario della letteratura, un mito vivente.
I tre racconti che qui si presentano, di cui due inediti per l’Italia, sono la risposta straordinariamente visionaria alle due grandi domande che London si pose: cosa significa essere un essere umano nel mondo naturale; e quale debito ogni essere umano ha verso ogni altro - e verso tutte le creature viventi.
Di London per le Edizioni l’Obliquo sono già apparsi Accendere un fuoco e Amore della vita.

POL018
Adriana Beretta

Serigrafia
165 x 115 mm
65 esemplari firmati e numerati da 1/65 a 65/65